"Se le riserve sono troppo elevate, vanno abbassate a vantaggio degli assicurati"

Il Consiglio Federale, rispondendo ad un'interpellanza del consigliere nazionale UDC Marco 

Chiesa, ha chiarito il proprio parere: le riserve troppo elevate delle casse malati vanno ridotte

 a favore degli assicurati.  Nell' atto parlamentare depositato a giugno dal democentrista, si

 sottolineava che «da più parti si afferma che gli assicuratori-malattie dispongono 

sistematicamente di riserve troppo elevate e che questa situazione contravviene alla legge»Inoltre, c’è chi insinua che si tratti di guadagni che affluiscono a terzi, esterni all’assicurazione. Per il Governo "le riserve sono eccessive quando la copertura dell'ammontare del minimo delle riserve dell'assicuratore è garantita a lungo termine anche con riserve piu' basse. Gli assicuratori che dispongono di riserve superiori all'ammontare minimo non violano la legge ma possono ridurle quando rischiano di diventare eccessive." Le casse malati malati non possono perseguire uno scopo lucrativo. Se in un anno le entrate sono superiori alle spese, l' assicuratore ha la possibilità di restituire la parte di premi versata in eccesso. Se non effettua questa restituzione, il beneficio che ne risulta è versato alle riserve. Il Consiglio Federale ritiene che le riserve troppo elevate debbano essere ridotte a vantaggio degli assicurati. "L'autorità di vigilanza nega l'approvazione di premi che comportano la costituzione di riserve eccessive. Se le riserve rischiano di divenire eccessive, l'assicuratore ha la possibilità di ridurle a favore dei propri assicurati."