La ricerca ticinese in prima linea nella lotta al Parkinson

Buone notizie per la lotta al Parkinson: le analisi condotte nei laboratori della Svizzera italiana (Neurocentro dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) e Cardiocentro Ticino) e pubblicate sulla rivista dell'Accademia americana di neurologia, potrebbero consentire lo sviluppo di un test precoce della malattia.
I ricercatori sottolineano che si tratta di un approccio rivoluzionario alla diagnostica della malattia di Parkinson; ora, infatti, la diagnosi della malattia di Parkinson avviene nella fase avanzata delle sue manifestazioni cliniche ponendo grossi limiti ad una terapia. La metodica non è invasiva, è indolore e a basso costo: necessita di un semplice prelievo di sangue.

Fonte: tio.ch