La Suva combatte i falsi infortuni: stop alla frode assicurativa

Il costante incremento delle spese di cura non incide unicamente sulla cassa malati e sulle relative tariffe. A dover fare i conti con l'aumento dei costi sanitari sono anche le assicurazioni che si occupano di infortuni e malattie professionali. Su 70.000 lavoratori attivi nell'industria e nell'artigianato gestiti dall'assicurazione SUVA di Bellinzona, solo nel 2014 sono stati 8.000 i casi d'infortunio sul posto di lavoro sui 20.000 complessivi. Ma quali sono gli strumenti che consentono alla SUVA di mantenere sotto controllo queste spese? «La lotta alla frode assicurativa ci permette di risparmiare molti soldi» indica Dotti, presentando alcune novità strategiche dell'anno appena passato. «Da un anno l'agenzia per la Svizzera italiana dispone di una mezza unità di personale che si occupa di attuare il processo operativo contro la frode introdotto dalla Suva a livello nazionale». E i risultati in tal senso parlano chiaro. «Da quando è stato introdotto questo strumento i casi indagati sono raddoppiati», spiega il nostro interlocutore.

Fonte: Il corriere del Ticino