Helsana: i premi sono aumentati ma l'utile è sceso

Helsana ha registrato nel 2015 un volume di premi di 5,98 miliardi di franchi, in progressione dello 0,4% rispetto all'anno prima. L'utile è però sceso: da 138 a 16 milioni. Il rosso nel comparto assicurativo è stato compensato dal buon risultato degli investimenti, spiega la società in un comunicato.

Nella nota si legge che la perdita assicurativa nel settore dell' assicurazione obbligatoria di base era prevista, benché si sia rivelata maggiore del previsto a causa dell'incremento dei costi delle prestazioni di molto superiori alle attese. Dopo alcuni anni di crescita contenuta, l'aumento annuale dei costi è infatti tornato al livello di poco superiore al 4%. Nel comparto LAMal si è osservato un incremento significativo degli oneri per il personale medico, la fisioterapia, per i medicamenti e lo spitex.

Il rapporto costi/ricavi è ammontato al 103,7%. Si è così reso necessario procedere ad un aumento notevole dei premi a partire dal 2016, dopo che negli ultimi 3 anni erano stati innalzati volutamente di meno. Nel comparto assicurazione integrativa (LCA) il rapporto costi/ricavi si attesta ad un valore del 98,9 per cento quindi si è posizionata moderatamente in positivo. Ciò è dovuto all'aumento dei costi delle prestazioni combinato con la rinuncia a effettuare un adeguamento dei premi.

Helsana assicura 1,9 milioni di persone e 50'000 aziende e associazioni!

Fonte: Ticino on line